GUIDE

Quali sono le scarpe migliori per giocare a calcetto? La guida

By  | 

La scarpa da calcetto da comprare dipende in primis dalla superficie in cui si gioca. Ma non solo… Ecco la guida di ScarpeAlte ScarpeBasse per scegliere le migliori.

Come scegliere le scarpe da calcetto? La prima regola è: scarpa adatta alla superficie e allo sport (oltre che, ovviamente, scarpa adatta al tuo piede). Nel caso del calcetto, sopratutto attenzione alla superficie.

Il calcio a 5 o il calcio a 7 sono sport molto divertenti che si possono giocare su svariate superfici. Capita molto spesso che i campi di gioco siano multi-disciplinari. Così troveremo magari le porte da calcetto in una superficie con anche le righe per giocare a tennis o i canestri per il basket e le buche per i pali della pallavolo.

Così potrebbe capitare di correre su erba sintetica (a sua volta di varie tipologie), parquet, mateco, cemento, pvc e via dicendo. Diversamente su campi adibiti al solo calcetto sarà molto probabile trovare superfici in erba sintetica, magari con un poco di sabbia disposta sopra per evitare gli scivolamenti. Infine i campi da 7 possono essere in erba normale o in sabbia/terra o, caso non infrequente, in un misto di erba-terra. Va dunque considerata attentamente la superficie di partenza perché da essa dipenderanno i tacchetti da usare e la tipologia di scarpe da comprare.

Su campi in erba naturale o in terra i tacchetti saranno quelli classici in ferro, di lunghezza più limitata nel caso di campi molto duri o in terra battuta dove si potrà giocare anche con scarpe a tacchetto più basso e in poliuretano rigido. Alcuni marchi usano delle definizioni inglesi per aiutare: le scarpe hard ground sono quelle più adatte a terreni con fondo duro, magari anche naturale che in estate diventa più secco.

Le scarpe firm ground invece hanno tacchetti più alti e sono adatti a campi in condizioni più morbide, quelle soft ground sono indicate per terreni fangosi e per le stagioni più piovose (hanno meno tacchetti – 6 o 8 – che sono più alti e sostituibili) e si usano anche nel rugby.

Le scarpe per le superfici sintetiche

Completando la nostra descrizione, su terreni sintetici, al chiuso, quindi senza possibilità di influenze di pioggia o fango, si utilizzeranno scarpe con tacchetti più piccoli e numerosi, tacchetti che andranno quasi a scomparire nei modelli turf, perfetti per l’erba sintetica, che hanno una suola che è una via di mezzo tra quella tacchettata bassa e quella con le normali scanalature delle scarpe da tennis.

Caso finale: se giocate su parquet o su cemento (ma anche su mateco), su superfici più lisce vanno scelte scarpe no-tacchetto con suola più liscia, scarpe indoor con suola in gomma che garantiscono comunque buona presa.

Soletta o intersuola ammortizzante

Il calcetto è uno sport frenetico, con svariati cambi di passo, scatti, “frenate”, cambi di direzione. Il piede è molto sollecitato e quindi sarà utile valutare al meglio la qualità delle solette. Spesso quelle di fabbrica sono molto sottili e praticamente non ammortizzano potendo causare alla lunga disturbi fastidiosi come talloniti, fasciti plantari ecc. Se la suola di fabbrica è scadente ma la scarpa è comunque comoda e si adatta al vostro uso potete sostituirla con una soletta al gel, antishock: ce ne sono molte in commercio e sono estremamente utili a tutelare la salute del piede.

Attenzione alle cuciture

A volte scarpe anche molto comode si rompono dopo un limitato utilizzo perché la cucitura si stacca o si formano piccole crepe nei punti di collegamento tra tomaia e suola o nella parte anteriore della tomaia stessa, in corrispondenza delle zone più sollecitate dagli urti con la palla. La qualità della cucitura è fondamentale: tracce di colla in rilievo, cuciture asimmetriche tra una scarpa e l’altra o irregolari, tutti questi sono segnali di possibile “pericolo” rispetto alla qualità della calzatura.

Si devono veramente comprare scarpe di una misura in meno?

C’è un luogo abbastanza comune sulle scarpe da calcetto che vorrebbe come regola il comprare calzature con un numero in meno. Questo per aumentare l’aderenza e perché le scarpe comunque tendono ad allargarsi. Il consiglio nostro è invece quello di comprare scarpe “giuste”, un numero in meno rischia di essere fastidioso e di far male, compromettendo la prestazione. Vero che la scarpa un poco si rilascia, vero anche che lo scarpino deve essere molto aderente ma questo non significa che deve stringere esageratamente. Molti modelli hanno il mezzo numero e questo aiuta a trovare la scarpa perfettamente calzante.

VEDI ANCHE: COME SCEGLIERE LE SCARPE DA RUGBY

Giornalista, ama le scarpe e lo sport soprattutto il rugby..