A Parigi la maestria degli artigiani di Safrane-Cortambert che collaborano con la Maison Louboutin. E’ qui che si realizzano le lavorazioni che poi vedremo sulle passerelle dell’alta moda.

[jwplatform YXBRINW8]

La broderie è composta da migliaia di materie scintillanti.
E’ ciò che in inglese si chiama ‘embellishment’, in pratica ciò che abbellisce il vestito o l’accessorio. Un mestiere ancestrale che cerchiamo di portare avanti al meglio.

Grégoire Hittner, Atelier Safrane-Cortambert

Nel cuore di Parigi, a pochi passi da Place du Trocadero c’è un posto nel quale si realizzano le preziose lavorazioni destinate a sfilare in passerella per i grandi marchi d’alta moda come Christian Dior, Chanel, Yves Saint Laurent, Balenciaga, Nina Ricci, Ungaro e Givenchy. Si tratta dell’atelier Safrane-Cortambert, pochi metri quadrati nei quali si respira il fascino dell’antica arte del ricamo. Le broderie (così si chiamano tali realizzazioni oltralpe) sono le protagoniste di un luogo incantato, a metà strada tra le quinte di un teatro e l’atmosfera delle boutique dei sarti di una volta.

Tra bobine di filo, perline, applicazioni scintillanti e telai, esperte ricamatrici provenienti dai quattro angoli del mondo lavorano quotidianamente per dar vita ai métiers, veri e propri capolavori, destinati a spiccare il volo per impreziosire eleganti defilé e ad abbellire le creazioni della Maison Louboutin. Testimoni di un’eccellenza rigorosamente artigianale, abiti, accessori e mobili finemente decorati si costituiscono poco a poco all’ombra di imponenti pareti di cassetti, davanti alle finestre che si affacciano direttamente sulla strada.

In un lunedì primaverile abbiamo osservato uno spaccato del lavoro di un’équipe piuttosto affiatata, e apprezzato il caotico e stimolante vocio che fa da sfondo alle attività quotidiane. Tra frasi in francese e risposte in inglese, le idee si rincorrono e si mischiano afferrandosi nelle anse dei manichini, mentre piume e paillettes richiamano due famosi clienti dell’atelier, il Moulin Rouge e il Lido de Paris.

Ma gli ambienti dell’atelier che conservano lo charme del vecchio negozio d’antiquariato sono molto lontani dai palchi dei can-can. Ci siamo fermati in silenzio ad osservare le abili dita della ricamatrice Marie-Astrid Echardour attraversare la tela in una rapida danza lavorazioni, abbiamo assistito alla nascita di un modello su carta realizzato sul posto dal disegnatore Christopher Watts, e messo insieme il tutto seguendo le parole del responsabile delle relazioni esterne Grégoire Hittner. La nostra video-intervista vi porterà a rivivere lo spirito dell’atelier tra poltrone ricamate, manichini, paillettes, calchi di scarpe Louboutin e qualche aneddoto.

Atelier Safrane-Cortambert
17 Rue Cortambert
75016 Paris

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.