GUIDE

Recuperare le scarpe vecchie

By  | 

Scarpe vecchie e malandate? Non buttatele! E’ possibile recuperare le scarpe con un po’ di creatività (e di pazienza, quella sempre)

Quel paio di scarpe vi piace tantissimo, le avete comprate qualche anno fa e oggi non si trova più nei negozi lo stesso modello. Sono così comode e vi donano. Però sono diventate importabili, perché tutte rovinate sulla punta e lungo le cuciture… Addio care scarpe? No!

Vediamo come potete dare nuova vita a un paio di scarpe vecchie di cui siete innamorati.

TINGERE LE  SCARPE

Il modo più semplice e sicuro per tingere le calzature di pelle è quello di affidarsi alle tinture professionali. Esistono kit appositi, che contengono il solvente per sverniciare e il colore da passare una volta che la pelle è pronta ad assorbirlo, le nuances sono infinite, dai classici marrone, grigio, nero, ai rossi, celesti, oro e argento. Si trovano nei negozi specializzati in riparazione di oggetti in pelle.

Kit tintura scarpe

Anche per il camoscio esistono colori specifici, liquidi o spray, da passare con parsimonia sulle scarpe pulite. Questi colori non funzionano però sulle scarpe di finto camoscio o impermeabilizzate.

La finta pelle è resistente e può essere dipinta con colori acrilici e smalti, sotto forma di spray, liquidi o pennarelli.

Le scarpe di tessuto possono essere dipinte coi colori acrilici, anche questi disponibili nelle due versioni da spruzzare o da passare col pennello, oppure immerse in un bagno di colore, come fareste con un capo d’abbigliamento in cotone che volete tingere, avendo cura di proteggere le parti in gomma con uno scotch resistente all’acqua.

recuperare scarpe vecchiePotete optare per un tinta unita estrosa, o, se avete una buona mano, cimentarvi con elementi decorativi, anche con l’ausilio di stencil. Dipingete tutto, o solo una parte, la punta, ad esempio. Ricordate di foderare il bordo interno delle scarpe con scotch da tappezziere e riempire l’interno di stagnola o carta da giornale, per evitare pasticci

In generale è bene evitare di tingere le scarpe con troppi fronzoli, perché sarebbe difficile ottenere buoni risultati, la tintura fai da te è invece un’ottima opzione per scarpe semplici e un po’ anonime, che verranno di sicuro ravvivate.

APPLICAZIONI CON COLLA A CALDO

Le applicazioni sono un modo facile e divertente per rinnovare le scarpe da donna. Bottoni, nastri, piume, strass, passamaneria, perline: basta davvero poco per trasformare un paio di vecchie scarpe in qualcosa di sorprendente, coprendo magari qualche magagna. Ad esempio con due bottoni, un pennarello 3D per tessuti, due cerchietti di feltro e dei nastrini, potete trasformare dei vecchi mocassini in due topini. Tutto quello che vi serve per fissare le applicazioni è una pistola per la colla a caldo.

I glitter sono un’altra opzione per ravvivare le vostre vecchie scarpe. Basta aggiungerne un po’ a una colla vinilica e spennellarli sulle scarpe. Prima che la colla asciughi spolverate tutta la superficie della calzatura coi brillantini ed esercitate una leggera pressione con le dita. Abbiate cura di verificare l’uniformità del risultato, tappando eventuali “buchi” con una seconda passata di colla e glitter. Una volta asciugata la colla, fissate il tutto con una vernice fissativa spray o una più economica lacca per capelli.

RECUPERARE LE SCARPE COL DECOUPAGE

Se avete una buona manualità potete darvi al decoupage. Utilizzate una colla vinilica diluita, o la celebre colla Mod podge, per rivestire le vostre calzature con la carta che preferite. I decoupage i più divertenti? Spartiti musicali, fumetti, illustrazioni, banconote del Monopoli, anche vere se non badate a spese, come l’artista Mark Wagner, o anche una pagina del vostro romanzo preferito…che possedete in duplice copia, naturalmente.

Il calzolaio, prima che sia troppo tardi

Quest’antica professione è tornata in auge: complice la crisi economica le persone cercano di recuperare gli oggetti, prima di buttarli. Si trovano artigiani bravissimi in grado di risuolare e ricucire scarpe (borse, cinture) e restituirvele come nuove. Individuate il vostro calzolaio e affidatevi a lui, se le vostre amate scarpe hanno bisogno di un intervento “strutturale”. Le riparazioni si pagano in anticipo, quindi sarete subito informati su quanto andrete a spendere e potrete decidere se ne vale davvero la pena.

Il calzolaio può anche consigliarvi i prodotti più adeguati per pulire e trattare le calzature.

Quando suole, tacchi, plantare sono a posto, ma è solo la tomaia ad aver bisogno di una rinfrescata, dateci dentro con la fantasia.

OPPURE…

Infine se oltre alla manualità avete anche tanta, tanta pazienza, potete ricoprire le scarpe vecchie con un tessuto. Gli strumenti che vi servono sono gli stessi che per il decoupage (forbici e colla), più una spugnetta per far aderire il tessuto negli angoli. Bellissimi risultati si ottengono ricoprendo le scarpe da donna con il pizzo.

2 Comments

  1. Pingback: La manutenzione delle scarpe: come farle durare di più - Scarpe Alte - Scarpe basse

  2. Pingback: Come tingere le scarpe - Scarpe Alte - Scarpe basse

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *