SALUTE DEL PIEDE

Piedi gonfi con il caldo, cause e rimedi

By  | 

Con l’estate e l’arrivo del caldo capita di avere i piedi gonfi. Quali le cause? Come possiamo evitarlo? Come prevenire? Quali rimedi naturali?

La sospirata stagione calda porta con sé anche qualche piccolo inconveniente. Uno di questi è il fastidioso gonfiore a piedi e caviglie, che talvolta sperimentiamo alla fine di una lunga, calda giornata. I nostri piedi sembrano aver raddoppiato il loro volume e le fibbie dei nostri sandali preferiti tracciano orribili e dolorosi solchi nella pelle.

Vedi anche: Estate, come evitare il sudore ai piedi

La causa dei piedi gonfi

È proprio il caldo dell’estate la causa principale di questo gonfiore (edema): con le alte temperature i vasi sanguigni tendono a espandersi e rilassarsi, favorendo così il ristagno di liquidi nei tessuti circostanti. Non c’è abbastanza pressione perché i fluidi risalgano al centro del corpo, dove i nostri organi si potrebbero occupare di riportare la situazione in equilibrio.

Non è solo colpa del caldo

Contribuiscono a far “lievitare” i nostri piedi, proprio nella stagione in cui sono più in mostra, una dieta troppo ricca di sodio, che favorisce la ritenzione idrica, delle scarpe che lasciano le nostre estremità troppo libere di espandersi e che non stimolano la circolazione sanguigna, come le ciabattine infradito, e la solita, inevitabile, forza di gravità, i cui effetti sono più potenti, tanto più a lungo stiamo immobili, in piedi o sedute.

Vedi anche: Trekking, come evitare le vesciche ai piedi

Prevenire

Per prevenire l’edema da caldo la prima regola è… Evitare il caldo. Se potete, non esponetevi alla calura eccessiva per tempi lunghi, cercate refrigerio all’ombra o in ambienti chiusi. Sarebbe bene evitare anche di trascorrere molte ore ferme in piedi, o sedute. Pure le passeggiate vanno relegate nelle ore più fresche della giornata. Più semplice è prevenire i gonfiori a tavola, con una dieta povera di sodio e ricca di acqua, frutta e verdura.

Indossate calzature che stimolino la circolazione sanguigna e “fermino” in piede nel corretto allineamento: meglio le scarpe sportive delle ballerine, preferite qualche centimetro di tacco o una piccola zeppa, a scarpe totalmente piatte.

Rimedi contro i piedi gonfi

Il rimedio più rapido ai piedi gonfi è quello di sollevarli, in modo che la gravità diventi nostra alleata e permetta ai liquidi in eccesso di defluire dalle estremità del corpo. Quando riposate mettete sempre un cuscino sotto piedi e polpacci.

Riattivate la circolazione periferica con delle docce ai vostri piedi e gambe, dove alternate acqua calda e fredda. Sentirete i piedi risvegliarsi e proverete una gradevole sensazione di refrigerio.

Prima di coricarvi, fatevi un bel massaggio con una crema rinfrescante e mirata a riattivare la circolazione, oppure aggiungetee alla vostra crema preferita una goccia di olio essenziale di menta.
Indugiate col massaggio su tutte le parti del piede e cercate di effettuare movimenti verso l’alto.
Meglio ancora se riuscite a stare sdraiate con le gambe sollevate e qualcuno massaggia i vostri piedi!

Erbe

Come sempre un grande aiuto arriva dalle erbe. Prezzemolo, asparagi, ortica, liquirizia (radice), finocchio (semi), borragine e tarassaco sono erbe fortemente drenanti, che vi daranno una mano a eliminare i liquidi in eccesso. Alcune le potete aggiungere alla vostra dieta, con altre preparate delle tisane, da sorseggiare fredde, durante la giornata, per mantenervi idratate in modo più piacevole.

A una tisana preparata coi semi di finocchio, ad esempio, aggiungete qualche goccia di limone, zenzero fresco grattugiato e alcune foglie di menta, il sapore sarà fresco, dissetante, gradevole.

L’edema da caldo è un problema piuttosto comune, fastidioso, ma non grave, si accentua durante il periodo mestruale, la gravidanza, negli anziani e nelle persone in sovrappeso.

Se doveste notare che il gonfiore perdura a lungo ed è molto frequente è consigliabile consultare un medico, per escludere patologie a carico dei reni o del sistema cardiocircolatorio.