SCARPE MANIA

Le scarpe di Jackie Kennedy, la first lady più cool d’America

By  | 

La first lady più cool d’America. Vediamo vestiti e scarpe di una delle donne americane passate alla storia come icone di stile.

jackie7Jacqueline “Jackie” Kennedy (o Onassis, dopo il secondo matrimonio) è stata la first lady più amata d’America.

Michelle Obama, Hillary Clinton (ora candidata alle elezioni presidenziali), per quanto apprezzate e stimate, non ne hanno saputo imitare il carisma e lo stile. E diciamo la verità: forse era impossibile, dato che la Kennedy possedeva proprio quel misterioso “qualcosa in più”. Anche nello stile, nella sua capacità di passare dal formale all’informale, sia con le scarpe sia con i vestiti e gli accessori, mantenendo sempre una certa eleganza.

Moda e storia

Oltre all’intelligenza e al vero talento politico, l’attenzione dei media che attirò su di sé fu dovuta proprio al suo stile e al suo modo di vestirsi, che veniva personalmente curato dal celebre stilista Oleg Cassini.

scarpe della kennedy

Il tailleur rosa firmato Chanel, che la donna indossava il giorno della sparatoria che uccise il marito John Fitzgerald Kennedy, è diventato un abito icona, indossato fieramente dalla vedova anche il giorno della nomina del nuovo Presidente (Johnson). L’importanza dello stile e degli abiti che indossava quindi, nel caso di Jackie Kennedy, avevano sempre diversi significati.

La scarpa perfetta

Il suo stile inconfondibile è infatti passato alla storia, tanto che Jacie si guadagnò l’appellativo di “First lady of fashion”. Grande fan del tailleur e della scarpa decolleté con tacco basso (non mancano le emule seppur con taglio maschile: vedi sempre Hillary Clinton), l’immagine che voleva dare di sé era di eleganza e attenzione al dettaglio, ma mai frivola.

scarpe della kennedy 2

La Kennedy portava circa il 40 di piede, per un metro e settanta centimetri di altezza. Essendo una donna alta e piuttosto slanciata, conformemente anche al ruolo istituzionale che ricopriva, amava il tacco basso. Voleva ssere bella e femminile, senza però superare in altezza diplomatici o presidenti, dando così l’impressione di presunzione o arroganza. Alta sì, ma senza eccedere. Dopotutto erano pur sempre gli anni ’60…

Vedi anche: Che numero portano? Le scarpe delle star

kennedy stile

Jackie aveva richieste specifiche per la sua assistente che si occupava degli acquisti, chiedendo scarpe “appuntite ma non troppo”, preferendo scarpe realizzate in Italia, eleganti e dal fascino immortale. Ciò che le interessava era infatti dare un’impressione di essere alla moda e al passo coi tempi, utilizzando però modelli che, con qualche accorgimento, avrebbero potuto essere di moda trent’anni prima come trent’anni dopo. Scarpe dalle nuances sempiterne erano quindi le sue preferite.

Lo stile sperimentale

Non mancava di sperimentare scarpe più particolari e dalle influenze etniche per le occasioni di gala, come quelle di broccato dorato indossate a Parigi nel 1961, passate alla storia.

sabot kennedy

Questo modello, sabot e in anticipo sui tempi, riecheggia la calzatura tipicamente araba o orientale.

Sempre in virtù del suo amore per la scarpa sempre di moda, la Kennedy amava anche il modello ballerina, come una vera diva del cinema.

La Kennedy con le ballerine

La Kennedy con le ballerine

Non mancano le immagini che la ritraggono con infradito o addirittura passeggiando per la strada a piedi scalzi. Che sia stata forse lei a lanciare i barefoot sandals?

la kennedy a passeggio scalza

La Kennedy passeggia scalza

Resta senza dubbio ancora oggi un’icona di stile e la donna della politica americana che è rimasta più impressa per il modo di presentarsi in pubblico. Nel 2011 il marchio italiano Tod’s ha deciso di celebrare Jackie Kennedy con una collezione ispirata alla First Lady in vacanza a Capri.

Vedi anche: Le scarpe di Claire Underwood / Robin Wright, la first lady di “House of Cards”

 

Giornalista freelance, appassionato di design, moda e innovazione. Non ha molte scarpe, ma le ama tutte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *