SALUTE DEL PIEDE

Funghi ai piedi: i rimedi e le regole per evitarli

By  | 

Funghi ai piedi: come curarli? Assai comuni e fastidiosi, i funghi dei piedi possono essere curati con relativa facilità. Meglio, però prevenire!

Come si curano i funghi ai piedi? Vediamo i rimedi per questo fastidioso disturbo:

  1. Fra i rimedi naturali considerati più efficaci sia per i funghi ai piedi sia per i funghi delle unghie si annovera l’olio di melaleuca (spesso conosciuto e commercializzato come Tea tree oil), un antibatterico naturale da applicare localmente. Della stesa tipologia è anche l’olio di neem puro.
  2. Un blando aiuto può derivare anche da regolari pediluvi con acqua e aceto, con bicarbonato o con sale grosso (avendo cura di risciacquare e asciugare molto attentamente la pelle in seguito, magari con l’aiuto del phon).
  3. In farmacia si può acquistare anche un talco fungicida, che ha il duplice vantaggio di “asciugare” la zona colpita e creare un ambiente sfavorevole alla proliferazione delle spore.
  4. Se la situazione persiste o si aggrava e richiede l’uso di un farmaco, meglio chiedere consiglio a un dermatologo che consiglierà un prodotto da applicare localmente o da assumere per bocca.

I principi attivi dei prodotti a uso locale possono essere clotrimazolo e miconazolo, mentre per i farmaci da assumere per via orale può essere consigliato dal medico un trattamento a base di itraconazolo, fluconazolo o terbinafina.

Se la micosi riguarda in particolare l’unghia (onicomicosi) bisogna ricordare che gli effetti “estetici” della guarigione saranno visibili solo sulla parte nuova dell’unghia in crescita.

Vedi anche: Come prevenire la micosi ai piedi

Meglio però prevenire. Ecco alcune regole fondamentali per evitare i funghi ai piedi:

  1. Naturalmente la prima regola consiste nel curare la propria igiene. Mantenere la pelle pulita e le unghie corte è quindi il primo passo. Attenzione all’uso di detergenti scadenti o troppo aggressivi, però: anche una corretta idratazione mantiene la pelle in buona salute e previene screpolature e ulcerazioni “amiche” dei funghi ai piedi.
  2. Il principale alleato dei funghi è il sudore. Non a caso la patologia probabilmente più frequente è il cosiddetto piede d’atleta, causato da un fungo chiamato Tinea pedis, che prolifera appunto in presenza di una sudorazione abbondante. Quando si fa sport, ma anche nelle attività di tutti i giorni, è quindi importante prevenire le situazioni di sudorazione eccessiva indossando calze e scarpe traspiranti ed eventualmente avvalendosi di prodotti disinfettanti e sostanze assorbenti (borotalco, amido di mais). Se si è soggetti a funghi in un punto particolare del piede è consigliabile proteggere la parte con un poco di garza sterile in modo da prevenire il ristagno dell’umidità.
  1. Quando si frequentano luoghi “a rischio” come piscine, palestre e saune è indispensabile indossare delle ciabatte per evitare il possibile contagio. Come le temibili verruche, anche le micosi possono essere trasmesse per contatto diretto con il terreno e il pavimento.
  2. Se si è colpiti da una micosi bisogna evitare che essa si trasmetta ad altre aree del corpo o ad altre persone: nel trattarla si dovranno indossare dei guanti e le calze dovranno essere lavate con prodotti igienizzanti.
  1. Se si è soggetti a funghi dell’unghia è prudente non mettere lo smalto troppo spesso, in quanto esso impedisce la traspirazione e può incentivare la comparsa dei funghi.
  2. Il buon funzionamento del sistema immunitario e della microcircolazione sanguigna aiuta a prevenire la comparsa di funghi: una sana alimentazione e una vita attiva sono dunque elementi che influiscono positivamente in fatto di prevenzione.

Vedi anche: Tallonite, come si cura?

Giornalista, ama tanto le scarpe e la buona cucina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *